La paura al posto dell’amore

Se non vedi l’amore, non vedi te stesso, e devi aver paura dell’irrealtà perché hai negato te stesso. Credendo di aver attaccato con successo la verità, credi che l’attacco abbia potere. In parole povere, allora, sei giunto ad aver paura di te stesso. E nessuno vuole trovare ciò che crede lo distrugga.

Invito alla guarigione

Se la malattia è separazione, la decisione di accettare l’invito alla guarigione e di conseguenza di essere guarito è il primo passo verso il riconoscimento di ciò che vuoi veramente. Ogni attacco ti allontana di un passo da ciò, ed ogni pensiero di guarigione ti ci porta più vicino. La guarigione diventa così una lezione di comprensione, e più la pratichi più diventi un insegnante migliore ed uno studente migliore.

Che io riconosca il problema

Un problema non può essere risolto se non sai qual’è. Anche se in realtà è già stato risolto continuerai ad avere il problema, perché non riconoscerai che è stato risolto. Questa è la situazione del mondo. Il problema della separazione, che è davvero l’unico problema, è già stato risolto. Tuttavia la soluzione non è riconosciuta perché il problema non viene riconosciuto.

I doni della Paternità

Hai imparato che hai bisogno di guarigione. Vorresti forse portare qualcos’altro alla Figliolanza, riconoscendo il tuo bisogno di guarigione per te stesso? Perché in questo risiede l’inizio del ritorno alla conoscenza, il fondamento su cui Dio aiuterà a ricostruire il sistema di pensiero che condividi con Lui. Non una sola pietra che tu collocherai su di esso resterà senza la Sua benedizione, poiché starai ripristinando il luogo santo in cui dimora Suo Figlio, dove Egli vuole che Suo Figlio sia, e dove è. Qualunque sia la parte della mente del Figlio di Dio in cui tu ripristini questa realtà, la ripristini per te stesso, sono i tuoi doni delle Paternità. Tu dimori nella Mente di Dio con tuo fratello, perché Dio Stesso non voleva essere solo.

Il corpo non è un fine

Il corpo esiste in un mondo che sembra contenere due voci che combattono per possederlo. In una configurazione così percepita il corpo viene visto come capace di spostare la sua fedeltà dall’una all’altra, rendendo significativi sia il concetto di salute che di malattia. L’ego fa una confusione fondamentale tra mezzi e fine come fa sempre. Considerando il corpo un fine, l’ego non ne fa un uso reale perché il corpo non è un fine. Devi aver notato una caratteristica saliente di ogni fine che l’ego ha accettato come suo. Quando l’hai raggiunto, non ti ha soddisfatto. Ecco perché l’ego è costretto a spostarsi incessantemente da un’obiettivo all’altro, affinché tu continui a sperare che possa ancora offrirti qualcosa.

Il corpo come mezzo di comunicazione

Usare il corpo per attaccare, è dannoso per te. Se lo usi soltanto per raggiungere le menti di coloro che credono di essere dei corpi, e insegni loro tramite il corpo che non è così, comprenderai il potere della mente che è in te. Se usi il corpo per questo è solo per questo, non puoi usarlo per attaccare. Al servizio dell’Unione esso diventa una bellissima lezione di comunione, che ha valore fintanto che ci sarà comunione. Questo è il modo di Dio per rendere illimitato ciò che tu hai limitato. Lo Spirito Santo non vede il corpo come te, perché Egli sa che la sola realtà di ogni cosa è il servizio che essa rende a Dio in favore della funzione che Egli le dà.

Le credenze nocive

Si prova una paura terrificante nel dover demolire un sistema di credenze errato, quasi quanto alla paura della morte, ma di fatto non c’è morte, c’è il credere nella morte. Il ramo che non dà i suoi frutti verrà tagliato e seccherà, gioisci per questo! La luce splenderà dal vero Fondamento della vita, e il tuo sistema di pensiero resterà in piedi corretto, non può restare in piedi in nessun altro modo. Tu che hai paura della salvezza stai scegliendo la morte.

LA LIBERAZIONE DIVINA

L’accettazione della Liberazione Divina da parte di tutti è solo una questione di tempo. Può sembrare che questo contraddica il libero arbitrio, ma in realtà non è cosi. Puoi procrastinare e temporeggiare enormemente, ma non puoi allontanarti completamente dalla Sorgente divina che ti ha creato, che è in dubbio che ha fissato dei limiti alla tua capacità di mal-creare.

LE ORIGINI DELLA SEPARAZIONE

La tua unica preoccupazione é distinguere fra la verità da una parte, e l’errore dall’altra. Le false percezioni non hanno una scala di valore, e posso essere spazzate via in un istante nonostante tu possa sentirti molto lontano dalla verità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: