Lo stato di Grazia

La grazia è lo stato naturale di ogni Figlio di Dio. Quando non è in stato di grazia, è fuori dal suo ambiente naturale e non funziona bene. Tutto ciò che fa diventa uno sforzo, poiché non è stato creato per l’ambiente che ha fatto. Egli, perciò non vi si può adattare, né lo può adattare a lui. Non è il caso di tentare. Un Figlio di Dio è felice e quindi in uno stato di grazia solo quando sa che è con Dio. Quello è il solo ambiente in cui non proverà sforzo, poiché lì è il luogo a cui appartiene. È anche il solo ambiente degno di lui, perché il suo valore è al di là di qualsiasi cosa possa fare.

TRA DOLORE E GIOIA

Ciò che è gioioso per te è doloroso per l’ego e, fintanto che hai dei dubbi in merito a ciò che sei, sarai confuso tra gioia e dolore. Questa confusione è la causa dell’intera idea di sacrificio. Obbedisci allo Spirito Santo è rinuncerei all’ego. Ma non sacrificherai nulla. Al contrario, guadagnerai tutto. Se credessi questo, non vi sarebbe conflitto.

ESTENDERE IL REGNO

La tua pienezza del Sé è senza confini come quella di Dio. Come la Sua si estende per sempre e in pace perfetta. La sua radiosità è così intensa che crea in gioia perfetta e dalla Sua Interezza può nascere solo ciò che è intero.

LA CREDENZA INCREDIBILE

L’ego può essere completamente dimenticato in qualsiasi momento, poiché è una credenza del tutto incredibile e nessuno può continuare a credere in qualcosa che ha giudicato essere incredibile. Più impari sull’ego, più ti rendi conto che non gli si può credere. L’incredibile non può mai essere compreso, poiché è incredibile. La mancanza di significato della percezione basata sull’incredibile è evidente, ma è possibile non riconoscere che essa sia al di là della credenza, poiché è fatta dalla credenza.

IL SUO DONO PER TE

Tu sei la Volontà di Dio. Non accettare niente altro come tua volontà, o negherai ciò che sei. Negalo e attaccherai, credendo di essere stato attaccato. Ma vedi l’Amore di Dio in te e lo vedrai dappertutto, perché è dappertutto. Vedi la Sua abbondanza in ciascuno e saprai che tu sei in Lui con loro. Essi sono parte di te, come tu sei parte di Dio.

DALLA VIGILANZA ALLA PACE

Se permetti alla follia di entrare nella tua mente significa che hai giudicato la sanità mentale non del tutto desiderabile. Se vuoi qualcos’altro farai qualcos’altro, ma poiché è qualcos’altro, attaccherà il tuo sistema di pensiero e diventerà la tua fedeltà. Non puoi creare in questo stato diviso, e devi essere vigile contro questo stato diviso, poiché solo la pace può essere estesa. La tua mente divisa blocca l’estensione del Regno e la sua estensione è la tua gioia. Se non estendi il Regno, non stai pensando con il tuo Creatore, né creando come Egli ha creato.

LA REALTÀ DEL REGNO

Essere nel Regno è semplicemente focalizzare tutta la tua attenzione su di esso. Fintanto che credi di poterti occupare di ciò che non è vero, accetti il conflitto come tua scelta. È davvero una scelta? Sembra esserlo, ma ciò che sembra è la realtà non sono affatto la stessa cosa. Tu che sei il Regno non sei interessato all’apparenza. La Realtà è tua perché tu sei la realtà. Ecco come avere ed essere sono in ultima istanza riconciliati, non nel Regno ma nella tua mente.

LA LEGGE DEL REGNO

Fuori dal Regno la legge prevalente al suo interno viene adattata a “tu credi in ciò che proietti”. Questa è la sua forma di insegnamento, poiché fuori dal Regno l’apprendimento è essenziale. Questa forma implica che imparerai cosa sei da quello che hai proiettato sugli altri e quindi da ciò che credi essi siano. Nel Regno non c’è insegnamento o apprendimento, perché non c’è credenza. Vi è solo certezza. Dio è i Suoi Figli, che creano come Lui, la seguono lietamente, sapendo che l’accrescimento del Regno dipende da essa, proprio come da essa è dipesa la loro creazione.

L’ULTIMO PASSO

Le realizzazioni di Dio non sono le tue, ma le tue sono come le Sue. Egli ha creato la Figliolanza e tu l’accresci. Tu hai il potere di aggiungere qualcosa al Regno, ma non di aggiungere qualcosa al Creatore del Regno. Rivendichi questo potere quando diventi vigile solo per Dio e per il Suo Regno. Accettando questo potere come tuo, hai imparato a ricordare cosa sei.

UNICA RISPOSTA

Ricorda che lo Spirito Santo è la Risposta ed è l’unica risposta, non la domanda. L’ego parla sempre per primo. E’ capriccioso e non desidera il bene di chi lo ha fatto. Crede, correttamente, che chi lo ha fatto possa ritiragli il suo sostegno in qualsiasi momento. Se ti volesse bene sarebbe contento, così come lo Spirito Santo sarà contento quando ti avrà ricondotto a casa e non avrai più bisogno della Sua guida. L’ego non si considera parte di te. Qui sta il suo errore primario, il fondamento del suo intero sistema di pensiero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: