Il secondo Ripasso

Ora siamo pronti per un’altro ripasso. Incominceremo da dove è finito l’ultimo ripasso, e affronteremo due idee ogni giorno. La prima parte di ogni giornata sarà dedicata a una di queste idee, e la seconda parte all’altra. Avremo un periodo di pratica più lungo, e frequenti periodi più brevi in cui ci eserciteremo con ciascuna di esse.

La propria Eredità

Tutte le mie speranze, i miei desideri ed i miei piani sembrano essere alla mercé di un mondo che non posso controllare. Eppure perfetta sicurezza e totale appagamento sono la mia eredità. Ho cercato di cedere la mia eredità in cambio del mondo che vedo. Ma Dio ha tenuto al sicuro per me la mia eredità. I miei pensieri reali mi insegnano cos’è.

Pensieri amorevoli

Il mondo che vedo non è affatto la rappresentazione di pensieri amorevoli. È un quadro in cui ogni cosa attacca ogni cosa. È tutto fuorché un riflesso dell’amore di Dio è dell’amore di Suo Figlio. Sono i miei pensieri d’attacco a far emergere questo quadro. I miei pensieri amorevoli mi salveranno da questa percezione del mondo, e mi daranno la pace che Dio intendeva destinarsi.

I pensieri hanno potere

Non sono possibili pensieri neutrali, poiché tutti i pensieri hanno potere. O costruiranno un mondo falso o mi condurranno verso quello reale. Ma i pensieri non possono essere privi di effetti. Come il mondo che vedo scaturisce dagli errori nel mio modo di pensare, così il mondo reale sorgerà davanti ai miei occhi nel momento in cui permetterò che i miei errori vengano corretti. I miei pensieri non possono essere né veri né falsi. Devono essere o l’uno o l’altro. Ciò che vedo mi mostra quali sono.

Mondo e pensieri folli

I pensieri folli turbano. Producono un mondo in cui non c’è alcun tipo di ordine. Soltanto il caos regge un mondo che rappresenta un modo di pensare caotico, ed il caos non ha leggi. Non posso vivere in pace in un mondo del genere. Sono grato del fatto che questo mondo non sia reale, e che non ho assolutamente bisogno di vederlo a meno che non scelga di dagli valore. Ed io non scelgo di dare valore a ciò che è completamente folle e non ha significato.

DIO È LA MENTE

L’idea di oggi contiene la chiave di quali sono i tuoi veri pensieri. Non sono nulla di ciò che tu pensi di pensare, proprio come nulla di ciò che pensi di vedere è in alcun modo in relazione con la visione. Non c’è relazione tra ciò che è reale e ciò che tu pensi sia reale. Nessuno di quelli che tu credi siano i tuoi veri pensieri assomiglia in alcun modo ai tuoi pensieri reali. Niente di ciò che pensi di vedere ha alcuna somiglianza con ciò che la visione ti mostrerà.

NEGARE LA REALTÀ

Negare la realtà non ti permette di godere del dono della vita che è tuo perché tu lo dia, poiché ti è stato dato. Sei inconsapevole del tuo dono perché non lo dai. Non puoi far vivere nulla, poiché il nulla non può essere portato in vita. Perciò, non stai estendendo il dono che hai e sei, e così non conosci il tuo essere. Tutta la confusione proviene dal non estendere la vita, perché questa non è la Volontà del tuo Creatore. Non puoi fare nulla separato da Lui, e davvero non fai nulla separato da Lui. Conserva il Suo modo di ricordare te stesso, ed insegna il Suo modo altrimenti dimenticherai te stesso. Dai solo onore ai figli del Dio vivente e poniti lietamente fra di essi.

LA MIA SANTITÀ È LA MIA SALVEZZA

La tua santità è la risposta a qualsiasi domanda che sia mai stata fatta, che viene posta ora o che verrà posta in futuro. La tua santità significa la fine della colpa, e quindi la fine dell’inferno. La tua santità è la salvezza del mondo, e la tua. Come potresti proprio tu, cui appartiene la tua santità, esserne escluso? Dio non conosce la non santità. Può mai essere che Egli non conosca Suo Figlio?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: