La paura al posto dell’amore

Se non vedi l’amore, non vedi te stesso, e devi aver paura dell’irrealtà perché hai negato te stesso. Credendo di aver attaccato con successo la verità, credi che l’attacco abbia potere. In parole povere, allora, sei giunto ad aver paura di te stesso. E nessuno vuole trovare ciò che crede lo distrugga.

I doni della Paternità

Hai imparato che hai bisogno di guarigione. Vorresti forse portare qualcos’altro alla Figliolanza, riconoscendo il tuo bisogno di guarigione per te stesso? Perché in questo risiede l’inizio del ritorno alla conoscenza, il fondamento su cui Dio aiuterà a ricostruire il sistema di pensiero che condividi con Lui. Non una sola pietra che tu collocherai su di esso resterà senza la Sua benedizione, poiché starai ripristinando il luogo santo in cui dimora Suo Figlio, dove Egli vuole che Suo Figlio sia, e dove è. Qualunque sia la parte della mente del Figlio di Dio in cui tu ripristini questa realtà, la ripristini per te stesso, sono i tuoi doni delle Paternità. Tu dimori nella Mente di Dio con tuo fratello, perché Dio Stesso non voleva essere solo.

La Paternità di Dio

Non guardare il dio della malattia per guarire, ma soltanto il Dio dell’amore poiché la guarigione è il Suo riconoscimento. Quando riconoscerai la Paternità di Dio saprai che Egli non ha mai cessato di riconoscerti e che nel Suo riconoscerti si trova il tuo essere. Tu non sei malato e non puoi morire. Ma puoi confonderti con le cose che lo fanno. Ricorda, allora, che fare ciò è blasfemia, poiché ciò significa che stai guardando senza amore Dio e la Sua creazione, dalla quale Egli non può essere separato.

Riconquistare l’eternità

Nulla al di là di te stesso può renderti pauroso o amorevole, poiché nulla è al di là di te stesso. Tempo ed eternità sono entrambi nella tua mente e saranno in conflitto fintanto che non percepirai il tempo solo come un mezzo per riconquistare l’eternità. Non potrai far ciò fintanto che crederai che qualsiasi cosa accada sia causata da fattori esterni a te stesso. Devi imparare che il tempo è unicamente a tua disposizione e che nulla al mondo può esimerti da questa responsabilità. Puoi violare le leggi di Dio nella tua immaginazione, ma non puoi sfuggire loro. Sono state stabilite per proteggerti e sono inviolate quanto la tua sicurezza.

L’Amore non serba rancori

Tu che sei stato creato dall’amore come se stesso, non puoi serbare rancori e conoscere il tuo Sé. Serbare rancori è dimenticare chi sei. E vedere te stesso come un corpo. Serbare rancori è permettere all’ego di gestire la tua mente è condannare a morte il corpo. Forse non ti rendi ancora conto appieno di cosa esattamente il serbare rancori faccia alla tua mente. Sembra separarti dalla tua Fonte e renderti diverso da Lui. Ti fa credere che Egli sia ciò che tu pensi di essere diventato, perché nessuno può concepire il proprio Creatore diverso da se stesso.

L’Amore mi ha creato come se stesso

L’idea di oggi è una affermazione completa ed accurata di ciò che sei. Ecco perché sei la luce del mondo. Ecco perché Dio ti ha nominato salvatore del mondo. Ecco perché il Figlio di Dio guarda a te per la sua salvezza. Egli viene salvato da ciò che sei. Oggi faremo ogni sforzo per raggiungere questa verità su di te, e per realizzare pienamente, anche solo per un momento, che è la verità.

La guarigione come percezione corretta

La guarigione è la liberazione dalla paura di svegliarsi ed il sostituto della decisione di svegliarsi. La decisione di svegliarsi è il riflesso della volontà di amare, poiché ogni guarigione implica la sostituzione della paura con l’amore. di conseguenza la guarigione è la percezione corretta. Lo Spirito Santo non è in grado di distinguere tra livelli diversi d’errore, poiché se insegnasse che una forma di malattia è più grave di un’altra, insegnerebbe che un errore può essere più reale di un altro. La sua funzione è di distinguere solo tra ciò che è falso e ciò che è vero, sostituendo il falso con il vero.

IO SONO SOSTENUTO

Io sono sostenuto dall’Amore di Dio. Qui c’è la risposta ad ogni problema col quale ti troverai a confronto oggi, domani e per tutta la durata del tempo. In questo mondo, tu credi d’essere sostenuto da ogni cosa tranne che da Dio. La tua fede è risposta nei simboli più folli e banali: pillole, denaro, abiti “protettivi”, influenza, prestigio, piacere agli altri, conoscere le persone “giuste”, ed una lista infinita di forme di nullità che tu doti di poteri magici.

DIO È AMORE

Dio è l’amore in cui perdono. Dio non perdona perché non ha mai condannato. E ci deve essere condanna prima che si renda necessario il perdono. Il perdono è il grande bisogno di questo mondo, ma ciò avviene perché questo è un mondo di illusioni. Coloro che perdonano si stanno così liberando delle illusioni, mentre coloro che negano il perdono si stanno legando ad esse. Dal momento che condanni solo te stesso, così perdoni solo te stesso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: