La Gioia

L’accettazione di tuo fratello

Come puoi diventare sempre più consapevole dello Spirito Santo in te se non tramite i Suoi effetti? Non puoi vederLo coi tuoi occhi né udirlo con le tue orecchie. Quindi come potrai mai perceprirLo? Se ispiri gioia e gli altri reagiscono a te con gioia, anche se non stai provando gioia tu stesso, ci deve essere qualcosa in te che è capace di produrla. Se è in te e può produrre gioia, e se vedi che produce davvero gioia negli altri, si vede che sei tu che te ne stai dissociando dentro di te.

La gioia negli altri

Ti sembra che lo Spirito Santo non produca costantemente gioia in te, solo perché non risvegli costantemente la gioia negli altri. Le loro reazioni a te sono le tue valutazioni della Sua costanza. Quando sei incostante non risveglierai sempre la gioia, e così non riconoscerai sempre la Sua costanza. Ciò che offri a tuo fratello lo offri a Lui, perché Egli, nel Suo dare, non può andare oltre ciò che offri tu. Questo non è perché Egli limiti il Suo dare, ma semplicemente perché tu hai limitato il tuo ricevere. La decisione di ricevere è la decisione di accettare.

Se i tuoi fratelli sono parte di te, li accetterai?

Solo loro possono insegnarti cosa sei, perché ciò che impari è il risultato di ciò che hai insegnato loro. Ciò che richiami su di essi, lo richiami su di te. E come lo richiami in loro, esso diventa reale per te. Dio non ha che un Figlio, poiché li conosce tutti come Uno. Solo Dio Stesso è più di loro, ma essi non sono meno di cio che Lui è. Vuoi sapere cosa significa ciò? Se cio che fai ad un fratello di Gesù lo fai a Lui, e se fai ogni cosa per te stesso poiché siamo parte di te, tutto ciò che facciamo appartiene anche a te. Tutti quelli che Dio ha creato sono parte di te, e condividono la Sua gloria con te. La Sua gloria appartiene a Lui, ma è ugualmente tua. Quindi, non puoi essere meno glorioso di quanto lo sia Lui.

Dio è più di te solo perché ti ha creato, ma non ti vuole privare nemmeno di questo. Quindi puoi creare come ha fatto Lui, e la tua dissociazione non altererà ciò. Né la luce di Dio né la tua sono oscurate solo perché non vedi. Poiché la Figliolanza deve creare come una cosa sola, tu ricordi la creazione ogni volta che riconosci una parte della creazione. Ogni parte che ricordi si aggiunge alla tua interezza perché ogni parte è intera. L’interezza è indivisibile, ma tu non puoi apprendere la tua interezza finché non la vedrai ovunque. Puoi conoscere te stesso solo come Dio conosce Suo Figlio, perché la conoscenza è condivisa con Dio. Quando ti risveglierai in Lui, conoscerai la tua grandezza, accettando come tua la Sua illimitatezza. Ma nel frattempo la giudicherà come giudichi quella di tuo fratello, e la accetterai come accetti la sua.

Imparare come risvegliarti

la gioia

Tu non ti sei ancora risvegliato, ma puoi imparare come risvegliarti. Molto semplicemente, lo Spirito Santo ti insegna a risvegliare gli altri. Quando li vedrai risvegliarsi imparerai cosa significa risvegliarsi, e siccome hai scelto di svegliarli, la loro gratitudine e il loro apprezzamento di ciò che hai dato loro ti insegnerà il suo valore. Essi diventeranno i testimoni della tua realtà, come tu sei stato creato testimone di quella di Dio. Tuttavia quando la Figliolanza si unirà e accetterà la sua Unità, essa sarà conosciuta dalle sue creazioni, che testimonieranno la sua realtà come fa il Figlio nei confronti del Padre.

Non c’è alcun posto per i miracoli nell’eternità, perché Essi servono a riparare. Tuttavia finché avrai ancora bisogno di guarigione, i tuoi miracoli saranno i soli testimoni della tua realtà che potrai riconoscere. Non puoi fare un miracolo per te stesso, perché i miracoli sono un modo di dare accettazione e di riceverla. Nel frattempo dare viene prima, sebbene dare è ricevere siano simultanei nell’eternità, dove non possono essere separati. Quando avrai imparato che sono la stessa cosa, non ci sarà più bisogno del tempo.

L’eternità è l’unico tempo, poiché la sua sola dimensione è “sempre”

Questo non può significare nulla per te finché non ricorderai le Braccia aperte di Dio, e finalmente conoscerai la Sua Mente aperta. Come Lui, tu sei “sempre”: nella Sua Mente e con una mente come la Sua. Nella tua mente aperta ci sono le tue creazioni, in perfetta comunicazione nata da una comprensione perfetta. Se soltanto potessi accettarne una, non vorresti nulla di ciò che il mondo ha da offrire. Tutto il resto sarebbe completamente privo di significato. Il significato di Dio è incompleto senza di te, e tu sei incompleto senza le tue creazioni. Accetta tuo fratello in questo mondo è non accettare nient’altro, dal momento che in lui troverai le tue creazioni perché Egli le ha create con te. Non saprai mai che sei cocreatore con Dio, finché non imparerai che tuo fratello è cocreatore con te.


la gioia

“Non c’è oscurità in nessuna parte del Regno, ma il tuo ruolo è solo di non permettere all’oscurità di dimorare nella tua mente.”

Un Corso in Miracoli

Donazione

Se ti piace il mio lavoro e vuoi sostenermi, puoi farlo attraverso una piccola donazione. Grazie mille.

1,00 €


Risveglio
Praticare la mindfulness nella vita quotidiana
€ 16,60

Pubblicato da UniversaleAmore

Non cercare di cambiare il mondo, ma scegli di cambiare la tua mente riguardo al mondo. Il mondo addestra ad affidarsi al proprio giudizio come criterio di maturità e forza. Il nostro programma di studi insegna che abbandonare il giudizio è la condizione necessaria per la Salvezza."

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: