Il Messaggio della Crocifissione

La relazione tra rabbia e attacco è ovvia, ma la relazione tra rabbia e paura non è sempre così evidente. Ecco perché oggi vedremo assieme il messaggio della crocifissione. La rabbia implica sempre la proiezione della separazione che, in ultima analisi, deve essere accettata come responsabilità propria di ciascuno, anziché darne la colpa agli altri.

La rabbia non può verificarsi a meno che non si creda di essere stati attaccati, che l’attacco in risposta sia giustificato, e che non ne sei in alcun modo responsabile. Date queste tre premesse completamente irrazionali, ne deve conseguire la conclusione altrettanto irrazionale che un fratello meriti attacco invece che amore. Cosa ci si può aspettare da promesse folli se non una conclusione folle? Il modo per disfare una conclusione folle è considerare la sanità mentale delle premesse sulle quali si basa.

Non puoi essere attaccato, l’attacco non ha giustificazioni, e tu sei responsabile di ciò in cui credi.

il messaggio della crocifissione

Ti è stato chiesto da Gesù ti prenderlo come tuo modello di apprendimento, dato che un esempio estremo è uno strumento di apprendimento particolarmente efficace. Ognuno insegna, e insegna in ogni momento.. Questa è una responsabilità che ti assumi inevitabilmente nel momento in cui accetti una qualsiasi premessa, e nessuno può organizzare la propria vita senza un sistema di pensiero. Una volta che hai sviluppato un sistema di pensiero di qualsiasi genere, vivi in conformità ad esso e lo insegni. La tua capacità di allearti con un sistema di pensiero può essere mal riposta, ma è comunque una forma di fede e può essere diretta diversamente.

A scopo di apprendimento, prendiamo in considerazione la crocifissione e il suo messaggio. Nel quale è stato toccato solo brevemente questo tema negli articoli precedenti, a causa delle connotazioni di paura che puoi associare ad essa. L’unica enfasi data ad essa fin qui è che la crocifissione non è stata una forma di punizione. Nulla, tuttavia, può essere spiegato solo in termini negativi. C’è una interpretazione positiva della crocifissione che è totalmente privo di paura, e quindi totalmente benevola in ciò che insegna, se il suo messaggio è opportunamente compreso.

La crocifissione non è niente altro che un esempio estremo. Il suo valore, come il valore di qualsiasi strumento di insegnamento, è solo nel tipo di apprendimento che favorisce. Il messaggio della crocifissione può essere frainteso, e lo è stato. Questo avviene solo perché chi ha paura è predisposto a percepire con paura. Ti è stato detto che puoi sempre rivolgerti a Gesù per condividere la sua decisione e cosi renderla più forte.

L’ultimo viaggio della Figliolanza

Ti Ha anche detto che la crocifissione è stata l’ultimo viaggio inutile che la Figliolanza ha bisogno di intraprendere, e che rappresenta la liberazione dalla paura per chiunque la comprenda. Mentre precedentemente è stato messo in evidenza solo la resurrezione, in quel contesto non si era fatta chiarezza sullo scopo della crocifissione e su come ha effettivamente condotto alla resurrezione. Tuttavia, essa ha un contributo preciso da dare alla tua vita, e se la prenderai in considerazione il messaggio della crocifissione senza paura, ti aiuterà a capire il tuo ruolo come insegnante.

Probabilmente hai reagito per anni come se tu venissi continuamente crocifisso. Questa è una forte tendenza di coloro che sono separati, che rifiutano sempre di prendere in considerazione ciò che hanno fatto a se stessi. La proiezione indica rabbia, la rabbia alimenta l’aggressione, e l’aggressione fomente paura. Il reale significato della crocifissione sta nell’apparente intensità dell’assalto di alcuni dei Figli di Dio nei confronti di un altro. Questo, ovviamente, è impossibile, e deve essere pienamente compreso che è impossibile. Altrimenti non ti può servire Gesù da modello di apprendimento.

Nulla che si possa distruggere è reale

Fondamentalmente, l’assalto può essere esercitato solo sul corpo. Non c’è dubbio che un corpo possa aggredire un altro, e possa perfino distruggerlo. Tuttavia se la distruzione stessa è impossibile qualsiasi cosa che si possa distruggere non può essere reale. La sua distruzione, quindi, non giustifica la rabbia. Nella misura in cui credi che lo faccia, accetti delle false premesse e le insegni agli altri. Il messaggio che la crocifissione si proponeva di insegnare era che non è necessario percepire alcuna forma di assalto nella persecuzione, perché non puoi essere perseguitato. Se reagisci con rabbia, devi equipararti con ciò che è distruttibile, e quindi ti stai vedendo in un modo folle.

Gesù ha messo perfettamente in chiaro che Lui è come te e tu sei come lui, ma la nostra uguaglianza di fondo può essere dimostrata solo attraverso una decisione congiunta. Sei libero di percepirti perseguitato, se lo scegli. Quando scegli di reagire in quel modo, comunque, puoi ricordare che Gesù è stato perseguitato secondo il giudizio del mondo, e non ha condiviso questa valutazione per Se stesso. E siccome non l’ha condivisa, non l’ha rafforzata. Ha quindi offerto un’interpretazione differente dall’attacco, una interpretazione che vuole condividere con te. Se la crederai, Lo aiuterai ad insegnarla.

Ciò che insegni, impari

Come ti ho detto in precedenza, “come insegni, così imparerai”. Se reagisci come se fossi perseguitato, insegnerai la persecuzione. Questa non è una lezione che un Figlio di Dio dovrebbe voler insegnare se vuole realizzare la propria salvezza. Piuttosto, insegna che sei perfettamente immune, che è la verità in te, e renditi conto che essa non può essere attaccata. Non cercare di proteggerla da solo, o crederai che sia attaccabile.

Il messaggio della crocifissione

(..) Essere crocifisso fu una parte del mio contributo di insegnamento, e non ti viene richiesto. Ti si chiede solo di seguire il mio esempio di fronte a tentazioni di mal percepire molto meno estreme, e di non accettarle in quanto false giustificazioni di rabbia. Non ci può essere alcuna giustificazione per ciò che non è giustificabile. Non credere che ci sia, e non insegnare che c’è. Ricordati sempre che insegnerai ciò in cui credi. Credi con me, e diventeremo uguali come insegnanti.

La tua resurrezione è il tuo risveglio. Io sono il modello per la rinascita, ma la rinascita stessa è semplicemente l’albeggiare nella tua mente di ciò che vi è già. Dio stesso l’ha messa lì, e quindi è vera per sempre. Ho creduto in essa e quindi l’ho accettata come vera per me. Aiutami ad insegnarla ai nostri fratelli nel nome del Regno di Dio, ma prima devi credere che sia vera per te, o insegnerai male. I miei fratelli hanno dormito durante la cosiddetta “agonia nell’orto”, ma io non potevo arrabbiarmi con loro perché sapevo che non potevo essere abbandonato.

Mi dispiace quando i miei fratelli non condividono la mia decisione di udire solo una Voce, perché li indebolisce come insegnanti e come studenti. Tuttavia so che non possono veramente tradire se stessi o me, e che è ancora su di loro che devo costruire la mia chiesa. Non c’è scelta in questo, perché solo tu puoi essere il fondamento della chiesa di Dio. Una chiesa si trova dove c’è un altare, e la presenza dell’altare è ciò che rende santa la chiesa. Una chiesa che non ispira amore ha un altare nascosto che non serve lo scopo per il quale Dio l’ha voluta. Io devo fondare la Sua chiesa su di te, perché coloro che mi accettano come modello sono letteralmente i miei discepoli. I discepoli sono seguaci, e se il modello che seguono ha scelto di risparmiare loro il dolore in ogni aspetto, sarebbero sciocchi se non lo seguissero.

Ho scelto, per il tuo bene ed il mio, di dimostrare che l’attacco più assurdo a giudizio dell’ego, è irrilevante. Secondo come il mondo giudica queste cose, ma non come Dio sa che sono, io fui tradito, abbandonato, colpito, straziato e, alla fine, ucciso. Era chiaro che questo fu soltanto a causa della proiezione degli altri su di me, dato che io non avevo fatto del male a nessuno ed avevo guarito molti.

Siamo ancora uguali come studenti, anche se non è necessario avere le stesse esperienze. Lo Spirito Santo è contento quando vuoi imparare dalle mie, ed essere risvegliato ad esse. Questo è il loro unico scopo, e questa è l’unica maniera in cui posso essere percepito come la via, la verità e la vita. Quando senti solo una Voce, non ti è mai richiesto alcun sacrificio. Al contrario, essendo in grado di udire lo Spirito Santo negli altri, puoi imparare dalle loro esperienze, e trarne beneficio senza farne esperienza diretta tu stesso. Questo avviene grazie al fatto che lo Spirito Santo è uno, e chiunque ascolti è inevitabilmente portato a dimostrare la Sua via per tutti.

Non sei perseguitato, né lo sono stato io. Non ti viene chiesto di ripetere le mie esperienze perché lo Spirito Santo, che condividiamo, lo rende non necessario. Tuttavia, per usare le mie esperienze in modo costruttivo, devi ancora seguire il mio esempio riguardo a come percepirle. I mie fratelli ed i tuoi sono costantemente impegnati a giustificare ciò che non è giustificabile. La mia unica lezione, che devo insegnare cosi come l’ho imparata, è che nessuna percezione che non sia in accordo con il giudizio dello Spirito Santo può essere giustificata. Mi sono impegnato a dimostrare che questo era vero in un caso estremo, semplicemente perché sarebbe servito come efficace strumento di apprendimento per coloro la cui tentazione di credere alla rabbia e all’assolato non sarebbe stata così estrema. Io voglio con Dio che nessuno dei Suoi Figli abbia a soffrire.

La crocifissione non può essere condivisa perché è il simbolo della proiezione, ma la resurrezione è il simbolo della condivisione, perché è necessario il risveglio di ogni Figlio di Dio per permettere alla Figliolanza di conoscere la sua Interezza. Solo questa è conoscenza.

Il messaggio della crocifissione è perfettamente chiaro: Insegna solo amore, perché questo è ciò che sei.

Se interpreti la crocifissione in qualsiasi altro modo, la stai usando come un’arma per aggredire piuttosto che come un richiamo alla pace, per la quale era intesa. Gli Apostoli l’hanno spesso fraintesa, e per lo stesso motivo per cui tutti la fraintendono. Il loro amore imperfetto li ha resi vulnerabili alla proiezione e, come risultato della loro paura, hanno parlato dell’ “ira di Dio” come Sua arma di vendetta. Né hanno potuto parlare della crocifissione completamente senza rabbia, perché il loro senso di colpa li aveva fatti arrabbiare.

Questi sono alcuni degli esempi di pensiero capovolto del Nuovo Testamento, nonostante il suo vangelo sia in realtà solo il messaggio dell’amore. Se gli Apostoli non si fossero sentiti in colpa, non avrebbero mai potuto attribuirmi parole come “non sono venuto a portare la pace ma una spada”. Questo è chiaramente l’opposto di tutto ciò che ho insegnato. Né avrebbero potuto descrivere, se veramente mi avessero capito, le mie reazioni nei confronti di Giuda come hanno fatto. Non avrei potuto dire “con un bacio tradisci il Figlio dell’uomo”, a meno che non avessi creduto nel tradimento. L’intero messaggio della crocifissione fu semplicemente che non ci ho creduto. La “punizione” che si dice avrei invocato per Giuda, fu un errore simile. Giuda era mio fratello e un Figlio di Dio, parte della Figliolanza come me stesso. E’ verosimile che potessi condannarlo quando ero pronto a dimostrare che la condanna è impossibile?

Quando leggi gli insegnamenti degli Apostoli, ricorda che io stesso dissi loro che c’erano molte cose che avrebbero capito più tardi, perché non erano completamente pronti a seguirmi a quel tempo. Non voglio che tu permetta ad alcuna paura di entrare nel sistema di pensiero verso il quale ti sto guidando. Non vado in cerca di martiri, ma di insegnanti. Nessuno viene punito per i peccati, e i Figli di Dio non sono peccatori. Qualsiasi concetto di punizione implica la proiezione della colpa, e rinforza l’idea che la colpa sia giustificata. Il risultato è una lezione che insegna la colpa, perché ogni comportamento insegna le credenze che lo motivano. La crocifissione fu il risultato di sistemi di pensiero chiaramente opposti: il simbolo perfetto del “conflitto” tra l’ego e il Figlio di Dio. Questo conflitto sembra essere ugualmente reale ora, e le sue lezioni devono essere imparate ora, cosi come allora.

Io non ho bisogno di gratitudine, ma tu devi sviluppare la tua indebolita capacità di provare gratitudine, o non potrai apprezzare Dio. Egli non ha bisogno che tu lo apprezzi, ma tu sì. Non puoi amare ciò che non apprezzi, perché la paura rende impossibile apprezzarlo. Quando hai paura di ciò che sei non lo apprezzi, e quindi lo rifiuterai. Come risultato, insegnerai il rifiuto.

Il Potere dei Figli di Dio è sempre presente, perché sono stati creati come creatori. La loro influenza gli uni sugli altri è senza limiti, e deve essere usata per la loro salvezza congiunta. Ognuno deve imparare ad insegnare che tutte le forme di rifiuto sono senza senso. La separazione è la nozione del rifiuto. Finché lo insegni ci crederai. Non è così che Dio pensa, e tu devi pensare come Lui se vuoi conoscerLo di nuovo. Ricorda che lo Spirito Santo è l’anello di Comunicazione tra Dio Padre e i Suoi Figli separati. Se ascolti la Sua Voce saprai che non puoi né ferire né essere ferito, e che molti hanno bisogno che la tua benedizione li aiuti a sentire questo per se stessi. Quando percepirai solo questo bisogno in loro, e non risponderai a nessun altro, avrai imparato da me, e sarai desideroso di condividere ciò che hai imparato, come lo sono io. (…)


il messaggio della crocifissione

“Non c’è oscurità in nessuna parte del Regno, ma il tuo ruolo è solo di non permettere all’oscurità di dimorare nella tua mente.”

Un Corso in Miracoli

Donazione

Se ti piace il mio lavoro e vuoi sostenermi, puoi farlo invitandomi un caffè. Grazie mille.

1,00 €


Fontana d'Acqua - Buddha GrigioVoto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 25,90

Pubblicato da UniversaleAmore

Non cercare di cambiare il mondo, ma scegli di cambiare la tua mente riguardo al mondo. Il mondo addestra ad affidarsi al proprio giudizio come criterio di maturità e forza. Il nostro programma di studi insegna che abbandonare il giudizio è la condizione necessaria per la Salvezza."

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: