Il dio della malattia

Tu non hai attaccato Dio è Lo ami veramente. Puoi forse cambiare la tua realtà? Nessuno può voler distruggere se stesso. Quando pensi che ti stai attaccando è un segno sicuro che odi cio che pensi di essere. E questo, è solo questo, può essere attaccato da te. Quello che pensi di essere può essere davvero odioso e ciò che questa strana immagine ti fa fare può essere molto distruttivo. Tuttavia la distruzione non è più reale dell’immagine, sebbene coloro che fanno idoli li adorino. Gli idoli non sono nulla, ma i loro adoratori sono i Figli di Dio in condizione di malattia. Dio li vuole liberii dal dio della malattia e riestituiti alla Sua Mente. Egli non limiterà il tuo potere di aiutarli, dal momento che te lo ha dato. Non averne paura perché è la tua salvezza.

L’Amore non può soffrire

Quale Consolatore può esserci per i bambini malati di Dio se non il Suo Potere attraverso di te? Ricorda che non importa dove Egli viene accettato nella Figliolanza. Egli è sempre accettato per tutti, e quando la tua mente Lo riceve, il ricordo di Lui si risveglia in tutta la Figliolanza. Guarisci i tuoi fratelli semplicemente accettando Dio per loro. La vostra mente non è separata e Dio ha solo un canale per la guarigione, poiché ha solo un Figlio. Il rimanente Anello di Comunicazione di Dio con tutti i Suoi bambini li unisce ed unisce loro con lui. Essere consapevoli di ciò è guarirli, perché questa è la consapevolezza che nessuno è separato e quindi nessuno è malato.

Credere che un Figlio di Dio possa essere malato, è credere che parte di Dio possa soffrire. L’Amore non può soffrire, poiché non può attaccare. Il ricordo dell’amore, perciò, comporta l’invulnerabilita. Non stare dalla parte della malattia alla presenza di un Figlio di Dio anche se egli ci crede, perché la tua accettazione di Dio in lui riconosce l’amore di Dio che egli ha dimenticato. Il tuo riconoscimento di lui quale parte di Dio gli ricorda la verità circa se stesso che sta negando. Vorresti forse rafforzare la sua negazione di Dio è così perdere di vista te stesso? O vorresti forse ricordargli la sua interezza e ricordare il tuo Creatore con lui?

La malattia è idolatria

Credere che un Figlio di Dio sia malato è adorare il suo stesso idolo, il dio della malattia. Dio ha creato l’amore, non l’idolatria. Tutte le forme di idolatria sono caricature della creazione, insegnate da menti malate, troppo divise per sapere che la creazione condivide il potere e non lo usurpa mai. La malattia è idolatria perché è credere che il potere possa esserti sottratto. Tuttavia ciò è impossibile, poiché tu sei parte di Dio, Che è tutto il potere. Un dio malato deve essere un idolo, fatto ad immagine di ciò che colui che lo ha fatto pensa di essere. E questo è esattamente ciò che l’ego percepisce in un Figlio di Dio: un dio malato, che si è creao da sè, autosufficiente, crudelissimo e vulnerabilissimo. È questo l’idolo che vuoi adorare? È per salvare questa immagine che vuoi essere vigile? Hai veramente paura di perdere ciò?

Guarda tranquillamente la conclusione logica del sistema di pensiero dell’ego e giudica se ciò che offre è veramente quello che vuoi, perché questo è quello che ti offre. Per ottenere ciò sei disposto ad attaccare la Divinità dei tuoi fratelli perdendo così di vista la tua. E sei disposto a mantenerla nascosta, per proteggere un idolo che pensi ti salverà dai pericoli che rappresenta ma che non esistono.

La pace è per te anche se puoi non chiederla

Non vi sono idolatri nel Regno, ma c’è grande apprezzamento per tutti ciò che Dio ha creato grazie alla tranquilla conoscenza che ciascuno è parte di Lui. Il Figlio di Dio non conosce idoli, ma conosce sicuramente suo Padre. La salute in questo mondo è la controparte del valore nel Cielo. Non è con il suo merito che Gesù contribuisce a te, ma con il Suo amore, poiché tu non ti dai valore. Quando non ti dai valore ti ammali: ma il valore che Gesù ti dà può guarirti, perché il valore del Figlio di Dio è Uno. Quando disse “ti do la mia pace”, lo intendeva alla lettera. La pace proviene da Dio a te attraverso di Lui. È per te anche se puoi non chiederla.

Quando un fratello è malato è perché non sta chiedendo la pace è perciò non sa di averla. L’accettazione della pace è la negazione dell’illusione e la malattia è un’illusione. Tuttavia ogni Figlio di Dio ha il potere di negare le illusioni ovunque nel Regno, semplicemente negandole completamente in sé stesso. Gesù può guarirti perché ti conosce. Conosce il valore che hai, ed è questo valore che ti rende sano, intero. Una mente intera non è idolatra e non conosce leggi in conflitto. Gesù ti guarirà semplicemente perché ha soltanto un messaggio ed è vero. La tua fede in esso ti renderà intero quando avrai fede in Lui.

Ricevi sempre tanto quando accetti

Gesù non porta il messaggio di Dio con l’inganno ed imparerai ciò quando imparerai che ricevi sempre tanto quando accetti. Potresti accettare la pace adesso per tutti ed offrire loro libertà perfetta da tutte le illusioni perché hai uditi la Sua Voce. Ma non avere altri dei all’infuori di Lui o non udrai. Dio non è geloso degli dei che fai, ma tu lo sei. Li vorresti salvare e servire poiché credi che siano loro ad averti fatto. Pensi che essi siano tuo padre, perché stai proiettando su di loro il fatto spaventoso che li hai fatti per sostituire Dio. Tuttavia, quando sembrano parlarti, ricorda che nulla può sostituire Dio e qualsiasi sostituzione tu abbia tentato è nulla.

Molto semplicemente, dunque, puoi credere di aver paura della nullità, ma in realtà non hai paura di nulla. E in quella consapevolezza sei guarito. Udrai il dio che ascolti. Hai fatto tu il dio della malattia e, facendolo, ti sei messo in grado di ascoltarlo. Tuttavia non lo hai creato, poiché Egli non è la Volontà del Padre. Perciò non è eterno e verrà disfatto per te nell’istante in cui dimostrerai che sei disponibile ad accettare solo ciò che è eterno.

Il Dio della malattia

Se Dio non ha che un Figlio, non c’è che un Dio. Condividi la realtà con Lui poiché la realtà è indivisa. Accettare altri due all’infuori di Lui è porre altre immagini davanti a te stesso. Non comprendi quanto ascolti i tuoi dei è quanto sei vigile in loro favore. Tuttavia essi esistono soltanto perché li onori. Poni l’onore dove è dovuto e la pace sarà tua. E ciò che erediti dal tuo vero Padre. Tu non puoi fare tuo Padre, e il padre che hai fatto tu non ha fatto te.

Non si deve alcun onore alle illusioni, perché onorarle è onorare il nulla. Tuttavia non si deve loro nemmeno la paura, poiché il nulla non può fare paura. Hai scelto di avere paura dell’amore a causa della sua perfetta innocuità e, a causa di questa paura, sei stato disposto a rinunciare alla tua perfetta utilità ed al tuo Aiuto perfetto.

Solo all’altare di Dio troverai pace. E questo altare è in te perché Dio lo ha messo lì. La Sua Voce ti invita ancora a ritornare ed Egli sarà udito quando non metterai altri dei davanti a Lui. Puoi rinunciare al dio della malattia per i tuoi fratelli: in verità devi far così se vi rinunci per te stesso. Perché se vedi il dio della malattia in un posto qualsiasi lo hai accettato. E se lo accetti ti inchinerai a lui e lo adorerai, perché è stato fatto come sostituto di Dio. È credere che tu possa scegliere quale dio è reale. Sebbene sia chiaro che questo non ha nulla a che fare con la realtà, è ugualmente chiaro che ha tutto a che fare con la realtà così come tu la percepisci.


Il dio della malattia

“Non c’è oscurità in nessuna parte del Regno, ma il tuo ruolo è solo di non permettere all’oscurità di dimorare nella tua mente.”

Un Corso in Miracoli

il dio della malattia

Donazione

Se ti piace il mio lavoro e vuoi sostenermi, puoi farlo attraverso una piccola donazione. Grazie mille.

1,00 €


Introduzione a Un Corso In Miracoli
Il testo fondamentale del nuovo millennio spiegato al grande pubblico – Con tutti i termini del glossario
Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere
€ 10,80

Pubblicato da UniversaleAmore

Non cercare di cambiare il mondo, ma scegli di cambiare la tua mente riguardo al mondo. Il mondo addestra ad affidarsi al proprio giudizio come criterio di maturità e forza. Il nostro programma di studi insegna che abbandonare il giudizio è la condizione necessaria per la Salvezza."

3 pensieri riguardo “Il dio della malattia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: