I doni della Paternità

Hai imparato che hai bisogno di guarigione. Vorresti forse portare qualcos’altro alla Figliolanza, riconoscendo il tuo bisogno di guarigione per te stesso? Perché in questo risiede l’inizio del ritorno alla conoscenza, il fondamento su cui Dio aiuterà a ricostruire il sistema di pensiero che condividi con Lui. Non una sola pietra che tu collocherai su di esso resterà senza la Sua benedizione, poiché starai ripristinando il luogo santo in cui dimora Suo Figlio, dove Egli vuole che Suo Figlio sia, e dove è. Qualunque sia la parte della mente del Figlio di Dio in cui tu ripristini questa realtà, la ripristini per te stesso, sono i tuoi doni delle Paternità. Tu dimori nella Mente di Dio con tuo fratello, perché Dio Stesso non voleva essere solo.

Essere soli significa essere separati dall’infinità, ma come può essere così se l’infinità non ha fine? Nessuno può essere oltre ciò che è senza limiti, perché ciò che non ha limiti deve essere ovunque. In Dio, il cui Universo è Egli Stesso, non c’è né inizio né fine. Puoi forse escluderti dall’universo, o da Dio, Che è l’universo? Gesù è suo Padre sono uno con te, poiché tu sei parte di Loro. Credi davvero che parte di Dio possa essere mancante o perduta per Lui?

Se tu non fossi parte di Dio, la Sua Volontà non sarebbe unificata.

I Doni della Paternità
La Paternità nell’arte

È concepibile questo? Può parte della Sua Mente non contenere niente? Se il tuo posto nella Sua Mente non può essere colmato da nessun altro salvo te, ed il fatto che tu l’abbia colmato è la tua creazione, senza di te ci sarebbe uno spazio vuoto nella Mente di Dio. L’estensione non può essere bloccata, e non ha vuoti. Va avanti per sempre, indipendentemente da quanto venga negata. La tua negazione della sua realtà può arrestarlo nel tempo, ma non nell’eternità. Ecco perché le tue creazioni non hanno cessato di essere estese, e perché le tue creazioni attendono il tuo ritorno.

L’attesa è possibile solo nel tempo, ma il tempo non ha alcun significato. Tu che hai fatto il ritardo puoi lasciarti il tempo alle spalle riconoscendo semplicemente che né l’inizio né la fine sono stati creato dell’Eterno, Che non ha posto limiti alla Sua creazione o su coloro che creano come Lui. Tu non sai questo semplicemente perché hai cercato di limitare ciò che Egli ha creato, e così credi che tutta la creazione sia limitata. Come potresti conoscere le tue creazioni, dunque, dal momento che hai negato l’infinità?

I doni della Paternità per Suo Figlio

Le leggi dell’universo non permettono contraddizione. Ciò che vale per Dio vale per te. Se credi di essere assente da Dio, crederai che Egli sia assente da te. L’infinità non ha alcun significato senza di te, e tu sei senza significato senza Dio. Non c’è fine per Dio e per Suo Figlio, poiché noi siamo l’universo. Dio non è incompleto, e non è senza figlio. Siccome non voleva essere solo, ha creato un Figlio come Se Stesso.

Non negaGli Suo Figlio e i doni della Paternità, poiché il tuo non essere disposto ad accettare la Sua Paternità ti ha negato la tua. Vedi le Sue creazioni come Suo Figlio, poiché le tue sono state create in Suo onore. L’universo dell’amore non si ferma solo perché tu non lo vedi, né i tuoi occhi chiusi hanno perso la capacità di vedere. Vedi la gloria della Sua creazione, ed imparerai ciò che Dio ha conservato per te.

Dio ti ha dato un posto nella Sua Mente che è tuo per sempre. Ma tu puoi tenerlo solo donandolo, così come ti è stato dato. Puoi forse essere solo lì, se ti è stato dato perché Dio non voleva essere solo? La Mente di Dio non può essere sminuita. Può solo essere accresciuta, poiché ogni cosa che Lui crea ha la funzione di creare. L’Amore non limita, e ciò che esso crea non è limitato. Dare senza limiti è la Volontà di Dio per te, perché solo questo può portarti la gioia che è Sua e che Egli vuole condividere con te. Il tuo amore è tanto sconfinato quanto il Suo, perché è il Suo.

Dio è il tuo retaggio

È mai possibile che una qualsiasi parte di Dio possa essere senza il Suo Amore, e che una qualsiasi parte del Suo Amore possa essere contenuta? Dio è il tuo retaggio, perché il Suo unico dono è Se Stesso. Come puoi dare, se non come Lui, se vuoi conoscere il Suo dono per te? Dai, quindi, senza limiti e senza fine, per apprendere quanto Egli ti ha dato. La tua capacità di accettarlo dipende da quanto sei disponibile a dare come Egli dà. La tua Paternità è tuo Padre sono Uno. Dio vuole creare, e la tua volontà è la Sua. Ne consegue, dunque, che tu vuoi creare, dato che la tua volontà proviene dai suoi doni della Paternità. Ed essendo un’estensione della Sua Volontà, la tua deve essere la stessa.

Tuttavia tu non sai cosa vuoi. Questo non è strano quando ti rendi conto che negare significa “non avere la conoscenza”. La Volontà di Dio è che tu sia Suo Figlio. Negando ciò neghi la tua stessa volontà, e quindi non sai cosa sia. Devi chiedere qual’è la Volontà di Dio per ogni cosa, perché è la tua. Tu non sai cos’è, ma lo Spirito Santo la ricorda per te. ChiediGli, dunque, qual’è la Volontà di Dio per te, ed Egli ti dirà qual’è la tua. Non può esserti ripetuto spesso che non la conosci. Ogni qualvolta ciò che lo Spirito Santo ti dice sembra essere coercitivo, è solo perché tu non hai riconosciuto la tua volontà.

L’immortalità è la volontà di Dio per Suo Figlio

La proiezione dell’ego fa sembrare che la Volontà di Dio sia al di fuori di te, e pertanto non sia la tua. In questa interpretazione sembra possibile un conflitto tra la Volontà di Dio è la tua. Potrà dunque sembrare che Dio pretenda ciò che non vuoi dare, e che ti privi così di ciò che vuoi. Potrebbe forse Dio, Che desidera solo la tua volontà, essere capace di ciò? La tua volontà è la Sua vita, che Egli ti ha dato. Perfino nel tempo non puoi vivere separato da Lui. Il sonno non è la morte. Ciò che Egli ha creato può dormire, ma non può morire. L’immortalità è la Sua Volontà per Suo Figlio, e la volontà di Suo Figlio per se stesso. Il Figlio di Dio non può volere la morte per se stesso perché Suo Padre è vita, e Suo Figlio è come Lui. La creazione è la tua volontà perché è la Sua.

Non puoi essere felice a meno che tu non faccia ciò che vuoi davvero, e non puoi cambiare ciò perché è immutabile. È immutabile per la Volontà di Dio e per la tua, perché altrimenti la Sua Volontà non verrebbe estesa. Hai paura di conoscere la Volontà di Dio perché credi non sia la tua. Questa credenza è tutta la tua malattia e tutta la tua paura. Ogni sintomo di malattia e di paura insorge qui, perché questa è la credenza che fa sì che tu voglia non sapere. Credendo in ciò ti nascondi nell’oscurità, negando che la luce è in te.

Ti viene chiesto di aver fiducia nello Spirito Santo solo perché Egli parla per te

Egli è la Voce che parla per Dio, ma non dimenticare mai che Dio non voleva essere solo. Egli condivide la Sua Volontà con te, non la impone su di te. Ricorda sempre che Egli mantiene ciò che dà, affinché nulla di ciò che Egli dà possa contraddirLo. Tu che condividi la Sua vita devi condividerla per conoscerla, poiché condividere è conoscere. Benedetto sei tu che impari che udire la Volontà di tuo Padre significa conoscere la tua. Perché la tua volontà è di essere come Lui, la Cui Volontà è che così sia. La Volontà di Dio è che Suo Figlio sia Uno, ed unito con Lui nella Sua Unità. Ecco perché la guarigione è l’inizio del riconoscimento che la tua volontà è la Sua. Riconosci oggi i doni della Paternità che sono lì ad attenderti.


I Doni della Paternità

“Non cercare di cambiare il mondo, ma scegli di cambiare la tua mente riguardo al mondo.”

Un Corso in Miracoli

i doni della Paterniyà

Donazione

Se ti piace il mio lavoro e vuoi sostenermi, puoi farlo attraverso una piccola donazione. Grazie mille.

1,00 €

Un Corso in Miracoli
Edizione unificata e rivista. Prefazione; testo; libro degli esercizi; manuale per gli insegnanti; chiarificazione dei termini; supplementi
Voto medio su 24 recensioni: Da non perdere
€ 54,90

Pubblicato da UniversaleAmore

Non cercare di cambiare il mondo, ma scegli di cambiare la tua mente riguardo al mondo. Il mondo addestra ad affidarsi al proprio giudizio come criterio di maturità e forza. Il nostro programma di studi insegna che abbandonare il giudizio è la condizione necessaria per la Salvezza."

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: