La città del rimpianto

Non avevo veramente pianificato di fare un viaggio in questo periodo dell’anno, eppure mi sono ritrovata a fare le valigie piuttosto in fretta. Questo viaggio sarebbe stato sgradevole e sapevo in anticipo che non ne sarebbe venuto fuori niente di buono. Sto parlando del mio annuale “Viaggio nei sensi di colpa”.

La Settimana Santa

Questa è la Domenica delle Palme, la celebrazione della vittoria e l’accettazione della verità. Non trascorriamo questa settimana santa rimuginando sulla crocifissione del Figlio di Dio, ma in gioiosa celebrazione della sua liberazione. Perché la Pasqua è il segno della pace, non del dolore. Un Cristo assassinato non ha alcun significato. Invece un Cristo risorto diventa il simbolo del Figlio di Dio che si è perdonato, il segno che egli si vede guarito e intero.

Al di là della percezione

Quando viviamo dalla percezione siamo in un continuo processo di accettare o rifiutare, organizzare e riorganizzare, mutare e cambiare, e la valutazione è una parte essenziale della nostra percezione, perché per selezionare sono necessari i giudizi. Ma che cosa succede alle percezioni se togliamo i giudizi e rimane la perfetta uguaglianza?

LE ORIGINI DELLA SEPARAZIONE

La tua unica preoccupazione é distinguere fra la verità da una parte, e l’errore dall’altra. Le false percezioni non hanno una scala di valore, e posso essere spazzate via in un istante nonostante tu possa sentirti molto lontano dalla verità

CHI SONO GLI ALTRI?

Ma non siete stanchi come me di farvi dirigere verso il baratro dove tutti gli altri stanno cascando? Non sentite che qualcosa stona in tutte questo? Quanto sarebbe bello essere se stessi, esprimere la nostra individualità senza sentirsi giudicati, aditati ed etichettati?

IL SIGNIFICATO DEI MIRACOLI

Essendo legati ad un individualità noi esseri umani ci troviamo profondamente invischiati con i drammi quotidiani, più o meno gravi visti sotto l’aspetto della personalità e non riusciamo a scorgere ciò che profondamente la vita ci sta dicendo. Chi pratica meditazione sa quanto la mente umana è affollata di pensieri automatizzati che vanno e vengono. Ci catturano e ipnotizzano senza dar tregua, non dando modo al silenzio di emergere e sentirne il profumo o la dolcezza che uno stop ai pensieri può generare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: